I MUST HAVE PER REALIZZARE HOME MADE UNICI

Dal sifone per la panna al Twist n’ Sparkle: ecco tutti gli strumenti per stupire i propri clienti

Come realizzare Spirits Home Made

Gli Home Made sono considerati- dagli addetti ai lavori - come una delle ultime e più importanti frontiere della mixology: non soltanto perchè permettono ai bartender di personalizzare le proprie ricette, ma conferiscono al locale di riferimento anche una certa “aura” di originalità, in quanto la proposta sul menù diventa unica e non replicabile.

Ad oggi, sul mercato è disponibile una vasta gamma di “strumenti del mestiere”, oggetti necessari e altri consigliati per arrivare, infine, a quelli specialistici, che – dotati di specifiche funzioni - permettono al barman di creare dei drink ancora più elaborati. Infatti, sono molti i bartender a credere che sia importante investire nell’attrezzatura lavorativa, in quanto, il processo che porta alla realizzazione dei cocktail, si sta avvicinando sempre di più al mondo della cucina. Inoltre, cresce continuamente il numero di bartender che preferisce fare uso di materia prima homemade, applicando tecniche e usando attrezzature già impiegate da cuochi e da professionisti, piuttosto che acquistare ingredienti già pronti.

Ma vediamo insieme come si suddividono gli attrezzi del mestiere dei bartender:

- ATTREZZATURE NECESSARIE: in questa categoria rientrano tutti quegli oggetti che un barman non può non avere. Da un coltello e un tagliere per il taglio della frutta, ad un Twist ‘n Sparkle, che permette la produzione di sode home made, passando per un sifone per la panna, utile per realizzare spume, gassare i drink o accelerare l’estrazione in alcol di erbe e spezie. Contenitori graduati, frullatori ad immersione, macchine per il sottovuoto, mortai, filtri di carta e bollitori sono molti i componenti che non dovrebbero mancare all’interno del kit professionale di un bartender. 

- STRUMENTI CONSIGLIATI: preparare ingredienti “fatti in casa” non così semplice a farsi come a dirsi. Fanno parte della categoria “strumenti consigliati” tutti quegli utensili non fondamentali per un bartender ma fortemente consigliati come quelli adibiti al controllo di alcuni specifici parametri o quelli usati per velocizzare i processi di preparazione o per automatizzarne alcuni passaggi. Essi, a fronte di un investimento iniziale permettono un notevole risparmio di tempo. Esempio concreto è l’agitatore magnetico che aiuta nella miscelazione di due liquidi e facilita lo scioglimento in acqua o solventi (sale, zucchero…). O ancora, il rifrattometro che serve a misurare la percentuale di zucchero presente in uno sciroppo o in una qualunque soluzione a base acqua-zucchero. Da ultimo, la macchina del sottovuoto “a campana” è uno strumento costoso, ma particolarmente utile per mettere sottovuoto i liquidi.

- ATTREZZATURE SPECIALISTICHE: presentano un costo particolarmente alto ed hanno un utilizzo specifico. L’evaporatore rotante è uno strumento che permette di distillare a bassa temperatura. Il sonicatore, tramite gli ultrasuoni, può essere impiegato per creare delle emulsioni, per velocizzare l’estrazione di erbe e spezie in alcol o per rendere più omogenei succhi e puree di frutta. L’abbattitore, invece, permette di surgelare o raffreddare velocemente i liquidi alla temperatura desiderata, mentre la centrifuga da laboratorio serve per velocizzare il processo di separazione di particelle solide disperse in un liquido.

Benvenuti

Devi essere maggiorenne per accedere al sito.
Hai 18 anni?