Nasce l'Istituto del Vermouth

Nato a Torino da un’idea di Antonio Benedetto Carpano alla fine del ‘700, il vermouth oggi torna in auge come simbolo dell’eccellenza made in Italy e della tradizione piemontese, tanto che è stato costituito un istituto dedicato.

Nasce l'Istituto del Vermouth

Dopo un periodo di torpore, il vermouth è tornato alla ribalta. Apprezzato più che mai, si sveste di quella patina un po’ antica e polverosa e assume un carattere affascinante, fresco e moderno.

Dal 1991 il vermouth di Torino è inserito tra le denominazioni geografiche comunitarie, senza che ne siano state indicate le caratteristiche o i processi produttivi, con l’intento di distinguerlo dalla più ampia categoria Vermouth a cui appartiene.

Oggi l’attenzione è cresciuta così tanto che spuntano sempre più “vermuterie”, inoltre il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali ne ha ufficialmente riconosciuto l’indicazione geografica protetta.

Nel decreto 1826 del 22 marzo 2017 si legge: “Il vermouth di Torino è il vino aromatizzato ottenuto in Piemonte a partire da uno o più prodotti vitivinicoli italiani, aggiunto di alcol, aromatizzato prioritariamente da Artemisia unitamente ad altre erbe e spezie”. Non solo, finalmente è stato indicato l'intero territorio del Piemonte come unica zona di produzione.

LA NASCITA DELL’ISTITUTO

Annunciato durante l’ultima edizione 2017 del Vinitaly, lo scorso 7 Aprile è stato costituito l’Istituto del Vermouth di Torino, una istituzione interamente dedicata all’alcolico che sta alla base di alcuni dei cocktail più noti.

Il Presidente dell’Istituto è Roberto Bava, la struttura operativa e i programmi di attività sono in corso di perfezionamento e sono volti a operare in diversi mercati e con molti obiettivi da raggiungere.

La nascita dell’Istituto e l’indicazione geografica protetta rappresentano un successo importante per la storia del vermouth, di cui furono intuite le potenzialità dal lontano 1786, data in cui venne inventato da Antonio Benedetto Carpano. Infatti la liquoreria di Piazza Castello a Torino, luogo in cui è stato inventato il vermouth, è stato uno dei locali più frequentati della città per oltre 140 anni.

LA SUA IMPORTANZA

L’Istituto è volto a valorizzare e incrementare la qualità del vermouth di Torino e la sua diffusione sui mercati attraverso un lavoro sistemico da parte dei produttori.

Questo significa tutelare il prodotto dalle contraffazioni, riprendersi un pezzo di storia e raccontarlo con fierezza in tutto il mondo.

L’importanza dell’Istituto si riflette anche sul mondo agricolo da cui provengono gli ingredienti principali del vermouth, a partire dal vino per arrivare agli estratti di erbe e spezie. Oggi il vermouth torna in auge come simbolo dell’eccellenza Made in Italy ed è una base alcolica che si sposa bene in molti cocktail, come ad esempio il SANSET, drink dal gusto fresco e dissetante, perfetto per dedicarsi un momento di relax al calar del sole.

Benvenuti

Devi essere maggiorenne per accedere al sito.
Hai 18 anni?