La cannella, ingrediente fondamentale nei Tiki Cocktails

La spezia emblema del Natale, è molto spesso impiegata nella mixology

La cannella nella mixology

La cannella è una spezia che proviene dallo Sri Lanka e si ottiene dalla lavorazione della corteccia interna della pianta conosciuta come “Cinnamonum verum”: essa, però, non deve essere confusa con la cassia, che è sempre una spezia ma questa volta ricavata dalla pianta “Cinnamonum cassia”.

La cannella presenta un aroma più complesso, pur essendo delicata e la sua componente aromatica prende il nome di “aldeide cinnamica”, che rappresenta più o meno il 70% delle componenti aromatiche di queste piante. Essa, inoltre, è leggermente solubile in acqua, il che rende possibile la realizzazione di liquori Home Made anche se, questi, generalmente hanno una durata molto breve.

Questo ingrediente può essere impiegato per preparare sode o sciroppi, ma anche per aromatizzare alcuni distillati o per la creazione di tinture, ma è anche un’ottima componente speziata nei punch. Le preparazioni più importanti, però, riguardano il mondo dei Tiki Cocktails, che non sono altro che drink a tema esotico e tropicale.

I Tiki Cocktails vanno serviti in classici bicchieri di ceramica con la forma di facce o corpi umanoidi: i Tiki della cultura polinesiana, per esempio, erano delle raffigurazioni di divinità realizzate su rocce o su legno, dotate di un grande potere spirituale.

I tipi di drink sono i più disparati, ma quelli più famosi e buoni da bere sono: Mai Tai, Scorpion, Zombie, Planter’s Punch e Don’s Special Daiqiri.

Benvenuti

Devi essere maggiorenne per accedere al sito.
Hai 18 anni?