ROMA BAR SHOW: LE MASTERCLASS DI BIBITE SANPELLEGRINO

MIXART PRESENTA I BARTENDER PROTAGONISTI DELLE MASTERCLASS BIBITE SANPELLEGRINO A ROMA BAR SHOW

Masterclass Bibite Sanpellegrino Bar Show

Protagonisti al Roma Bar Show di 3 Masterclass durante le quali prepareranno cocktail esclusivi con le Bibite Sanpellegrino, Patrick Pistolesi, Giulia Castellucci e Joy Napolitano sono 3 bartender e mixologist italiani che hanno fatto della loro passione il loro lavoro. Dai diversi stili e dalle diverse filosofie, sono proprietari di 3 locali molto conosciuti a Roma, dove il cliente può sperimentare le ultime tendenze della mixology e vivere un’esperienza unica. Ma quali sono i loro locali e su quale filosofia si basano? Scopriamolo insieme.

PATRICK PISTOLESI, DRINK KONG

Per metà irlandese e per metà italiano, dopo aver frequentato i “peggiori” pub di Cork insieme ai cugini più grandi, Patrick Pistolesi ha affinato l’arte del preparare drink durante i diciannove anni passati dietro ai banconi più disparati e nel 2018 ha aperto a Roma, a due passi da Piazza Vittorio, il suo locale Drink Kong. Ispirato ai pub irlandesi, dove i clienti vanno per socializzare, gli anziani parlano con i giovani e viceversa, senza ghettizzazioni, il locale si divide in svariate sale. Dalla kong room con carta da parati jungle fino al soffitto e una rete, a ricordare una gabbia, alla sala musica dove si servono solo long drink e birra per essere in linea con la situazione rock, passando per quella lounge, che accoglie chi vuole sedersi in compagnia, e per la japan room, dedicata completamente al Giappone, grande passione del bartender, per concludere con Arcade, uno spazio in stile anni ’80 che ospita due arcade originali con i migliori videogame dell’epoca. Anche la scelta del menu è molto originale. Suddiviso in colori, esso punta ad assecondare totalmente l’istinto del cliente e ha la particolarità di non presentare l’elenco degli ingredienti che compongono il cocktail (ad eccezione del distillato, che è obbligatorio), ma si limita semplicemente a descrivere il sapore e l’aroma del drink”. Il motto del locale? “Drink kong, think kong, be kong”. Per riuscire a tirar fuori il massimo del massimo dello stare bene.

GIULIA CASTELLUCCI. CO.SO

“Se ti trovi davanti ad un bivio, scegli sempre la strada che ti porti al bar”. Questo è lo spirito di Cocktail&Social, in una parola Co.So. Situato nel cuore del Pigneto, uno dei quartieri più eclettici di Roma, Co.So è un locale storico, raccolto, intimo, culla del buon bere e del buon mangiare. Il menu si articola in tre macro aree: i Drink of Fame, i Signature e i Do You Remember ? e nasce dall’esigenza di creare una suddivisione che fosse soprattutto di tipo concettuale. I Drink of Fame provengono dalle precedenti incarnazioni del menu di Co.So. e raccontano la storia del locale. I Signature, sono quei drink che rappresentano il cuore dell’offerta del bar. Tra questi, un cocktail a cui la barlady è particolarmente affezionata è l’”Evergreen”, un particolare Collins con una doppia crusta a base cachaca con purea di kiwi, sciroppo di malto di riso e lime, shakerato con foglie di shiso e servito con un top di cedrata delle Bibite Sanpellegrino. Infine, nella categoria “Do You Remember?” rientrano tutti quei cocktail classici che hanno un sapore che tutti ricordano, ma che semplicemente vengono preparati con tecniche più interessanti e consapevoli. Bar-manager del locale è Giulia Castellucci, diventata capo-barman a soli 23 anni dopo essere approdata in finale – unica donna – alla competition “Head2Head” e considerata una sorta di ‘istituzione’ nel settore per aver presentato il programma tv, unico in Italia sulla miscelazione, ‘Spirits – I maestri del cocktail’, accanto al famosissimo collega Massimo D’Addezio.

JOY NAPOLITANO, THE BARBER SHOP

The Barber Shop è il regno di Joy Napolitano e della sua miscelazione di ricerca. Nato e cresciuto dentro al bar di suo padre, Napolitano si è specializzato nella miscelazione nel 2004 ed ha frequentato diverse masterclass e seminari sull’argomento. Nel 2013, ha frequentato un corso di miscelazione avanzata con Daniele Gentili che ha segnato una svolta nella sua carriera. Nel 2015, infatti, apre The Barber Shop, un secret bar situato a due passi dal Colosseo, che segue le tendenze della moda newyorkese con serate barba&capelli, bartender rigorosamenti barbuti e un arredamento che richiama il Proibizionismo e gli anni Venti, tema chiave del locale. Da fuori The Barber Shop è un salone da barbiere e sbirciando dalle vetrine si possono vedere i grandi specchi con le classiche poltrone in morbida pelle. Soltanto una volta varcato questo salone, gli aspiranti clienti possono accedere al bar vero e proprio che si trova al piano interrato. Ma come si accede a questo locale segreto? Per prima cosa si guarda se il “palo de barbiere”, tipica insegna luminosa contraddistinta da una spirale di strisce bianche rosse e blu, è acceso, Se sì significa che si può entrare. A questo punto, però, occorre essere membri dell’A.C.R Il Circolo del Barbiere. L’ingresso, infatti, è riservato solamente ai soci.

Benvenuti

Devi essere maggiorenne per accedere al sito.
Hai 18 anni?