Torino da bere: ecco i 5 migliori cocktail bar

Torino si conferma la nuova capitale del Fine Drinking

Dal The Mad Dog Social Club all’Edit, da Smile Tree a Bobo’s Cocktail Bar passando per un viaggio nei 5 continenti con la Rhumerie.  La movida torinese sta diventando sempre più frizzante. Negli ultimi 5 anni, sotto la Mole, i cocktail bar sono aumentati del 13%, su 27 mila imprese del commercio circa 8 mila si occupano di food e cocktail. (Fonte: Corriere.it). Tra cocktail bar internazionali, grandi chef, grandi classici delle mixology e drink innovativi ed originali, Torino si conferma la nuova capitale del Fine Drinking.

 

Ecco la top 5 dei migliori cocktail bar torinesi:

 

Smile Tree: in una delle piazze più suggestive di Torino, nel cuore del Quadrilatero, prende vita lo Smile Tree, un cocktail bar dallo stile contemporaneo, molto alla moda con scaffali in metallo e luci soffuse, nel quale il famoso bartender Dennis Zoppi, bartender d’Italia nel 2012, crea con la massima cura cocktail unici che sembrano delle vere e proprie opere d’arte. Un mix di sapori piacevoli tanto al palato quanto alla vista, uno spettacolo per gli occhi e per il gusto. Lo Smile Tree offre un drink list vasta ed originale dove la creatività e la fantasia sono l’ingrediente principale e l’attenzione al cliente e ai suoi gusti è elemento imprescindibile.

Piazza della Consolata 9C, Torino (Zona Quadrilatero Romano)

 

Edit: un percorso tra i sapori sorprendenti della mixology creati dai bartender del Barz8. Salvatore Romano e Luigi Iula, considerati maestri del bartending a livello nazionale e noti per la loro esperienza di miscelazione sartoriale, preparano cocktail su misura secondo i gusti e le esigenze dei propri clienti. Un cocktail bar elegante, totalmente dedicato all’arte della mixology e del food paring, la nuova tendenza che prevede l’abbinamento food e drink secondo le caratteristiche organolettiche di questi ultimi. Riferimento nel panorama del bere miscelato torinese, espressione liquida di estro e artigianalità, spirits d’eccellenza e cocktail sartoriali: soluzioni su misura a seconda dei gusti e delle esigenze del cliente che scegli sue una carta, suddivisa in cinque sezioni tematiche da 8 drink ciascuna, il suoi abbinamenti perfetti. Il numero 8 ricorre come fil rouge di questo cocktail bar; 888 sono le referenze con un assortimento curato di Gin e Vermouth, oltre a piatti in forma liquida, analcolici di ogni tipo e cocktail a base di birra, prodotta artigianalmente da Edit.

Corso Moncalieri 5F, Torino 

 

The Mad Dog Social Club: in questo cocktail bar è possibile degustare un menù che guiderà i suoi ospiti in un viaggio alla scoperta dell’evoluzione della miscelazione italiana e dei suoi drink più importanti con una grande attenzione per il territorio, la stagionalità dei prodotti e, imprescindibile, l’alta qualità delle materie prime. Esplorando i grandi classici, i drink dimenticati dalla tradizione italiana e proposte inedite ed inusuali di cocktail come Americano, Negroni e Torino-Milano, emblemi della mixology in versione personalizzata. Ogni drink viene direttamente spillato dalle botti o dalle tipiche giare di vetro per far rivivere ai cliente l’esperienza delle “Vermuterie” del passato. Una vera e propria “cantina sociale” che si pone l’obiettivo di diventare un vero e proprio punto di riferimento nazionale e internazionale per i prodotti italiani. Questo nuovo format della “cantina sociale” è nato dalla collaborazione tra The Mad Dog Social Club, Freni e Frizioni e The Jerry Thomas Project vuole valorizzare i prodotti della tradizione enoliquoristica italiana ed il loro utilizzo nella miscelazione. Il focus di questo cocktail bar si concentra quindi su Vermouth, Bitter, Amari e distillati italiani con un’attenzione particolare verso il territorio piemontese e alla città di Torino, da sempre simbolo di eccellenza, creatività e storia.

Via Maria Vittoria, 35/A

 

 

Bobo’s Cocktail Bar: un po’ fuori mano e nascosto rispetto al locali del centro e della movida torinese, il Bobo’s Cocktail Bar è un american bar d’altri tempi, una tappa imperdibile per chi vuole bere bene a Torino, concedersi un momento di relax e di spensieratezza in un ambiente tranquillo con luci soffuse e buona musica in sottofondo. Ad accogliere i cliente c’è un’insegna al neon, un bancone e l’expertise di chi da oltre 30 anni sa miscelare con cura e attenzione. Chi conosce il proprietario, Bobo, tunisino che vive a Torino da oltre 50 anni, lo segue fin dai tempi del suo primo cocktail bar in corso Duca degli Abbruzzi; chi non lo conosce, invece, dovrebbe provarlo per sorseggiare ottimi cockail.

Via Sebastiano Caboto, 49

Rhumerie: una vera e propria esperienza di viaggio attraverso i 5 continenti accompagnata dal distillato più amato e bevuto al mondo: il Rum. Un locale insolito dove è possibile gustare la migliore selezione di Rum provenienti da ogni parte del mondo, dalla Cina all’Australia, dal Madagascar all’India sono oltre 200 le etichette presenti, ottime da bere lisce, perfette da mixare in ottimi cocktail: dal classico chupito a proposte più elaborate e ricercate come i mojito. Il luogo ideale per chi ama i rum. Inoltre, per chi lo desidera è possibile anche mangiare grazie alle cinque proposte di menù continentali, ognuno naturalmente abbinato ad uno specifico rum.

Via Carlo Francesco Ormea

 

 

Benvenuti

Devi essere maggiorenne per accedere al sito.
Hai 18 anni?