World Class 2016: direttamente da Miami, scoprite i migliori bartender del mondo.

La competizione più importante inizia, tenetevi pronti ad assaggiare il più grande cocktail di sempre!

Ci siamo, dopo un anno di attesa, Diageo, con i suoi luxury spirit, celebra la finalissima della Competition World Class 2016. Lo scenario è quello di Miami, nella sognante Florida, uno dei punti di riferimento internazionale per i drink di ultima generazione. 

 

La Diageo World Class è una delle più importanti competizioni mondiali in fatto di mixology e ogni anno seleziona i migliori bartender provenienti da oltre 50 Paesi. La finale mondiale vede sfidarsi molti tra gli shaker più importanti che, prima di arrivare qui, si sono sottoposti a sfide durissime e ad un lungo percorso di training con i più grandi nomi di Diageo. 

 

Tra i finalisti ci sono vere e proprie celebrità del cocktail, Aidan Bowie del Dandelyan di Londra, James Barker del 208 Duecento Otto di Hong Kong, Boo Jing Heng del Jigger & Pony di Singapore per citarne alcuni, ma chi è il rappresentante per l’Italia? 

 

Si tratta appunto del miglior bartender italiano in carica, Mattia Pastori, che ha iniziato il suo percorso Diageo 2016 nel lussoso e milanesissimo Mandarin Oriental Hotel per terminarlo dietro sul bancone, tutto suo, del Damascegliere in Corso Garibaldi a Milano. 

 

(Scoprite l’intervista di MixArt a Mattia Pastori – link intervista)

 

Per arrivare alla finale di Miami, Mattia ha dovuto confrontarsi con sfidanti di altrettanto calibro a suon di prodotti Reserve, una gamma di spirit e distillati proposta dalla linea Luxury. Dopo una lunghissima giornata di sfide, Pastori ha conquistato i giudici nella sezione “Night&Day”, in cui si richiedeva di preparare due cocktail pre e afrer sunset. La vittoria arriva con il cocktail “Take a Break in Milano”, nel quale il famoso bartender ha miscelato alcuni prodotti storici provenienti dall’Europa con la raffinatezza di Jinzu Gin, accostando così le note dei cocktail inglesi alle bevande asiatiche dal profumo di yuzo e fiori di ciliegio. 

 

La finalissima di Miami, ha decretato il miglior bartender al mondo. la francese Jennifer Le Nechet, la prima donna ad aver vinto questa competizione internazionale. 

 

Un motivo in più per visitare la bella Parigi, oggi è quello di andare al Cafè Moderne, il tempio dei cocktail (link gli storici templi del bere) in cui crea la Le Nechet. Al momento della premiazione, la bartender ha trattenuto a fatica le lacrime, che ha paragonato il suo percorso verso il titolo come un sogno ad occhi aperti.

Benvenuti

Devi essere maggiorenne per accedere al sito.
Hai 18 anni?